FANDOM


Jafar

Jafar1

Jafar

Jafar2

Informazioni Biografiche
Alias: Dottor Sheffield
Occupazione: Esaudire i desideri; Stregone (in precedenza)
Specie: Genio; Umano (in precedenza)
Relazioni
Parenti: Vedi "Famiglia"
Alleati: Giabbervocco; Pancopinco
Nemici: Alice; Cyrus; Sultano; Amara; Anastasia; Will; Aladdin
Altre Informazioni
Interpretato da: Oded Fehr (OUaT)
Naveen Andews (OUaTiW)
Anthony Keyvan (bambino)
Doppiato da: Alberto Angrisano (OUaT)
Antonio Palumbo (OUaTiW)
Apparizione: "Nella tana del coniglio"
Pagine Collegate
GALLERIA

Jafar è un potente stregone di Agrabah.

Biografia

Prima del Sortilegio

Da bambino, Jafar sa la verità sul suo vero padre, il Sultano di Agrabah, dalla madre quando sta per morire e gli dà un anello speciale come prova. Jafar perciò ruba appositamente da una delle guardie reali e viene trasportato nella sala del trono di rispondere per il suo crimine. Come punizione, la sua mano dovrebbe essere tagliata ma il Sultano vede l'anello al suo dito. Jafar spera che il Sultano lo vedrà come un figlio invece, il Sultano lo prende come un semplice servitore nel palazzo. Un giorno, Jafar serve alcuni funzionari, che si lamentano per il Sultano di un blocco di alimentazione con i loro vicini del nord, che deve essere risolto. Il Sultano si rifiuta di aiutarli, e si rivolge a chiedere a suo figlio ed erede, Mirza, di spiegare perché . Mirza afferma che è contro la politica, anche se non bene sa quale. Così sperando di impressionare il Sultano, Jafar dà la risposta . Il Sultano allora dice che ad Agrabah anche i servi sono educati. Jafar è felice ma quando riceve un ordine lo chiama per errore padre. Più tardi, Jafar si confronta con Mirza su quello che è successo in precedenza, e il principe lo schiaffeggia ripetutamente. Anche se il Sultano arriva e li vede, piuttosto che rimproverare Mirza, lo incoraggia a colpire di nuovo Jafar. In seguito, va a lavarsi la faccia quando il sultano arriva a scusarsi per il comportamento di suo figlio e dice che ci sono cose che devono essere fatte per assicurarsi che i figlia siano cresciuti in modo corretto. All'improvviso il Sultano lo annega nella bacinella dell'acqua e fa gettare il suo corpo ai confini della città. Una polvere magica vola nell'aria, facendo rivivere Jafar, che odia il Sultano e giura vendetta.

Poiché non sa dove andare il ragazzo, si rifugia da un fabbro che lo prende come apprendista. Un giorno, una potente maga, Amara, arriva in città. Jafar la fissa fino a quando non incontra il suo sguardo per alcuni secondi . Visto che tutti temono la sua magia, Jafar va a casa sua quella sera chiedendo di imparare la magia nera. Quando lei gli chiede perché, afferma il suo desiderio di vendicarsi di suo padre, il sultano, per averlo abbandonato da bambino. Lei accetta la sua ragione e comincia a insegnargli le arti oscure . Quando è più grande, Jafar ringrazia un pastore, Akil, per la restituzione di una capra che ha perso e come ricompensa, dà all'uomo una bottiglia di alcool. In seguito, si dirige dentro e parla con Amare che ancora non gli vuole insegnare gli incantesimi dal suo libro. Invece, lei crede che lui sia pronto ad imparare un incantesimo di mascheramento, hanno bisogno di un fegato per farlo funzionare, quello del pastore del quale aveva già avvelenato il vino. Inorridito, vede il suo amico morire dolorosamente. Quando gli offre un antidoto, Amara osserva che egli può salvare una vita, ma poi non avrà un fegato per l'incantesimo. Per dimostrare che è disposto a fare tutto il necessario per la magia, Jafar lascia Akil morire. Soddisfatta della sua scelta, si congratula con lui e lo bacia. Più tardi, lei chiede il suo aiuto per trovare i tre geni della terra, e quando lo fanno, loro due può diventare più potenti stregoni e piegare le leggi della magia per ottenere ciò che vogliono. Così qualche anno dopo Jafar entra in una taverna e chiede del genio al barista. Lui si rifiuta e Jafar lo tortura, in modo che lui esprime i tre desideri, uno dei quali di non poter essere ucciso da lui. Infatti arriva Amara e lo uccide. A casa festeggiano di aver trovato la bottiglia, ma lei beve dal bicchiere in cui lui aveva messo prima il veleno. Freddamente, Jafar conferma che finirà l'incantesimo da solo, ma ancora usando il suo aiuto. Egli la trasforma in serpente, e poi in un bastone per avere accesso alla sua magia in qualsiasi momento.

Una volta acquisito più potere, Jafar decide che è finalmente giunto il momento di fare una visita al Sultano. Si precipita nella sala del trono del palazzo e getta da parte le guardie armate con la magia. Egli minaccia di uccidere il sultano, e sfida a duello Mirza. Il Sultano guarda con orrore il figlio che tenta di scappare e viene ucciso dalla magia di Jafar. In Con odio, Jafar palesa il comportamento vile di Mirza, che non era nemmeno disposto a combattere per lui, ma lui avrebbe fatto qualsiasi cosa per il Sultano. Anche se vuole ancora essere riconosciuto come suo figlio, il Sultano giura che non lo chiamerà mai e poi mai figlio. Poco dopo, Jafar prende lo prigioniero nel suo castello.

Alla ricerca dell'ultimo genio, Jafar arriva in un piccolo negozio di un mercante, Farzeen Shahmed, e si domanda perché lui sia così ricco essendo un semplice mercante, ipotizza che magari ha usato la magia. Il mercante nega, dicendo che tutta la sua fortuna è venuta da un eredità e un buon affare. Quando il bollitore bolle, il mercante usa questa scusa per correre nel retro bottega e parlare con il genio. Sospetto, Jafar ritiene che l'uomo mente, e irrompe nella stanza sul retro per vedere il commerciante che desidera che il genio, Cyrus, sia mandato per una terra lontana dove nessuno lo troverà. Jafar afferra la lampada, ma scompare nel nulla. Furioso, chiede al mercante in cui è stata inviata la lampada. Tremante, il mercante ammette di non sapere, così Jafar lo soffoca a morte.

Dopo la scomparsa del Sultano, Agrabah, è governata dalla principessa Jasmine e suo padre. Giunto lì, Jafar diventa visir del Sultano e lo manipola non solo con le decisioni, ma anche con l'ipnosi. Jasmine allora cerca il Salvatore come il Diamante allo stato Grezzo: Aladdin. Jafar lo trova dopo che il ragazzo e la principessa hanno trovato un tesoro nella Caverna delle Meraviglie, rivela ad Aladdin che il suo destino da Salvatore prevede una morte dolorosa e gli cede delle Forbici delle Parche che possono togliergli non solo quello della vita, ma anche il filo del Salvatore. Aladdin non lo fa e sconfigge Jafar scacciandolo da Agrabah. Ma Jafar manda in una lettera ad Aladdin con le cesoie, nel caso...

Il piano funziona, senza più un Salvatore, Jafar ritorna all'attacco e chiede la mano di Jasmine, trasformando in bastoni dal volto urlante i suoi pretendenti con una pozione. Alla principessa viene dato un ultimatum: o sposa Jafar entro il tramonto, o Agrabah ne pagherà le conseguenze. Inutile e l'aiuto di Ariel che viene spedita a casa sua con una boccetta di Jafar (che la sirena gli aveva rubato). Jasmine accetta allora di sposare Jafar e gli dona il suo anello come dote. Jafar allora rivela il suo piano, vendicarsi della città che gli ha sputato in faccia, ma siccome l'anello fungeva da barriera, ora che era in mano sua, la città non poteva fare niente, e finalmente Jafar fa sparire sotto gli occhi tristi di Jasmine la città orientale e sparisce.

L'ultima volta che Al e Jafar s'incontrano è poco prima del Sortilegio Oscuro che porterà Al a Storybrooke, dove il mago schernisce l'ex-Salvatore per il suo indebolimento.

Jafar riprende la ricerca Cyrus fino al Paese delle Meraviglie. Dove fa un accordo con la Regina Rossa così che quando lei getta Cyrus, che si stava dichiarando ad Alice, giù dalla scogliera del Mare Bollente, Jafar lo prende sul suo tappeto magico. In seguito, Cyrus è imprigionato in una gabbia fatta di argento per evitare la fuga.

Dopo il Sortilegio

Dopo il ritorno di Alice nel Paese delle Meraviglie per trovare Cyrus, Jafar si incontra con la Regina Rossa. Egli comincia a chiedersi se ha ancora bisogno di aiuto della Regina Rossa , e la soffoca con la magia, lei riesce a dissuaderlo solo perchè una "sola persona" sa dove si trova Alice,così Jafar decide che è meglio non ucciderla. In cambio, lei gli dice che ora è nel suo regno non ad Agrabah, e gli ordina di uscire, così lui va in una sala con due gabbie appese sul tetto, in una delle quali Cyrus si è appena svegliato.

Dopo torna al castello e la accusa conoscere la posizione della bottiglia, che è vero, ma la Regina Rossa non dice niente finche lui non la soffoca con la magia, perciò confessa che la bottiglia è il Tum Tum Tree. Così vola sul suo tappeto magico, ed evoca un orda di insetti per cercare la bottiglia. Non la trova, e torna al suo palazzo per interrogare Cyrus quando la Regina Rossa entra per dirgli che ha lei la bottiglia. Lei dice che ritiene giusto che la tenga lei, così lo tiene in pugno. Infuriato, Jafar non può fare nulla. Molto più tardi, egli entra nelle sue stanze e legge una formula da un libro antico.

Nel covo di Jafar, lui e la Regina Rossa stanno cenando a un tavolo mentre lei sfoglia un libro e legge ad alta voce i nomi delle varie creature da inviare ad Alice così che lei sarà costretta ad esprimere il suo primo desiderio, mentre cerca di capire cosa Cyrus teme. Decidono di mandarle il Grafobrancio; quando arrivano nella sua casa vedono che lui è stato sconfitto, così la regina crede che lei abbia utilizzato il suo primo desiderio. ma Jafar non ne è convinto così chiede al Grendel di dirgli chi lo ha ucciso e in cambio lui riporterà in vita la sua defunta moglie. Egli confessa che una giovane donna accompagnata da un uomo chiamato  Fante ha ucciso la bestia. Jafar si accorge che la Regina Rossa ha una reazione strana al nome, ma non ci fa caso. Dopo aver ottenuto le informazioni necessarie da Grendel, Jafar poi lo uccide . Subito dopo, visita il Brucaliffo nel suo Fungo-Club e chiede di sapere tutto di un uomo noto come il Fante.

Dopo aver preso le informazioni dal Brucaliffo, Jafar chiede una risposta onesta da parte della Regina Rossa sul perché lei si preoccupa del Fante. ma lei lo ritiene solo un modo per far tornare Alice nel Paese delle Meraviglie. Jafar ordina di sbarazzarsi di Fante nel più breve tempo possibile. Più tardi, Pancopinco avvisa Jafar che la regina Rossa ha catturato il Fante. così lui promette di ricompensarlo per i suoi servizi. Scopre che il Fante è stato imprigionato, ma è ancora vivo. Jafar insiste con rabbia che il Fante deve essere ucciso pubblicamente per consentire al pubblico di vedere cosa succede a coloro che aiutano Alice. Anche se la Regina Rossa propone che il Fante potrebbe essere più utile vivo che da morto, si chiede se ha qualche altro motivo per la sua riluttanza a uccidere e la convince supponendo che lei forse è ancora quella ragazza che ha dovuto rubare la corona per essere Regina. Alla cerimonia di esecuzione del Fante, Jafar e la Regina Rossa si avvicinano al balcone quando Pancopinco li avvisa che tra il pubblico c'è anche Alice. Alice si traveste da boia e dopo aver salvato il Fante, entrano nel labirinto. Jafar cavalca sul suo tappeto per raggiungerli ma la Regina Rossa arriva a piedi. Un'amica del Fante, Elizabeth, tenta di combattere, ma Jafar la fa svenire con la magia. Visto che Alice è disposto a fare molto per un amico, egli soffoca il Fante mentre lei guarda con paura. Infine, Alice usa il suo primo desiderio per chiedere di morire se anche il Fante muore. Jafar finalmente lascia andare il Fante, ma poi mette alla prova Alice . Non potendo uccidere il Fante lo trasforma in una statua di pietra . Poco dopo, Jafar visita Cyrus e gongola per l'uso di Alice del suo primo desiderio.

Jafar ordina a Pancopinco di rapire il Bianconiglio e portarglielo per interrogarlo. Lui gli dice che vuole contribuire a cancellare i debiti del Bianconiglio per la Regina Rossa in cambio di qualsiasi dettaglio su Alice, in particolare su qualcuno che lei ami, per usare l'amore come una debolezza. Nervosamente, il Bianconiglio elenca innumerevoli fatti su Alice, ma Jafar si altera perché sono tutte cose che lui già sa e vuole sapere esattamente chi altro nel Paese delle Meraviglie conta di più per Alice, e per chi lei possa la sopravvivenza, ma il Coniglio balbetta e cerca di sviare la conversazione. Impaziente, Jafar taglia il piede destro del Bianconiglio. Poi, gli da un ultimatum di un minuto nel quale se lui parlerà potrà riavere la sua zampa . Alla fine, racconta a Jafar della persona che ama di più ma che non vive nel Paese delle Meraviglie, il padre. Dopo aver riattaccato il piede al Bianconiglio, Jafar poi gli chiede un portale per trovare il padre di Alice. Il Coniglio balbetta delle scuse, quindi Jafar usa di nuovo la forza per minacciarlo. Con rabbia, il Bianconiglio scappa dalla porta. In seguito lo trova nel corridoio, purtroppo viene costretto ad ascoltare la richiesta di Jafar, e apre un portale.

Da lì, Jafar arriva nell'Inghilterra Vittoriana a chiede indicazioni di come raggiungere il manicomio Bethlem. Dopo aver parlato con un uomo, ruba i suoi vestiti, e assume il falso nome di dottor Sheffield e parla con il medico di Alice, il dottor Lydgate. Jafar parla a Lydgate del misterioso Coniglio parlante con cui ha visto uscire dal sanatorio Alice. Per dimostrare la verità delle sue parole, apre una borsa per mostrargli il Coniglio ; questo terrorizza Lydgate. Jafar ottiene l'indirizzo del padre di Alice, Edwin, da lui. Arrivato sulla soglia , dice ad Edwin di sapere dove si trova Alice dopo essere scappata dal sanatorio.

Jafar porta Edwin nel Paese delle Meraviglie. Però capisce che lui ed Alice non sono ancora in buoni rapporti. Questo cambia il piano iniziale di Jafar, e rapisce Edwin. Nel mentre va nel castello della Regina Rossa dove ha intenzione di prendere sia il Genio sia la bottiglia. Egli capisce troppo tardi da lei che Cyrus è fuggito e ha una accesa discussione con il vecchio prigioniero sulla questione. In seguito, egli prende un po' del sangue di Edwin per una pozione per prendere le sembianze del padre di Alice. Quando va da lei, è meno contenta di vedere il padre e lo rimprovera sul fatto che l'ha sempre trattata come un obbligo e non come una figlia. In un discorso con il Fante, si chiede cosa può fare per riparare il suo rapporto con Alice. Il Fante gli consiglia di darle tempo, ma un possibile modo di riconquistare la sua fiducia è quello di aiutarli a trovare Cyrus, che è capace di renderla davvero felice. Mentre Alice e il Fante stanno lavorando sulla costruzione di un paniere di rami incantati per portare se stessi fino al covo in aria di Jafar e salvare Cyrus, Jafar lancia un incantesimo per evocare una creatura per agitare le acque. Tutti fuggono, ma Jafar, ancora con le sembianze di Edwin, si mette in pericolo davanti alla creatura fino a che Alice non riesce ad ucciderla. Padre e figlia si riconciliano, e tutti e tre passano la notte arrostire e mangiare la carne della creatura uccisa. Dopo cena, Alice va con Fante per raccogliere il legno, ma Jafar si rende conto che lei sospetta che lui non è suo padre secondo l'abitudine dl padre del dire una preghiera prima di mangiare qualsiasi cosa. Dopo  Jafar torna se stesso per andare a prendere il vero Edwin dal suo covo e vola sul tappeto magico per portarlo da Alice. Lei ha dei dubbi fino a quando Edwin dimostra di essere suo padre. Jafar getta il padre in mare ma Alice esprime il secondo desiderio, di riportarlo a casa. Soddisfatto, Jafar va a parlare con il prigioniero dell'altra gabbia, ma il Sultano si rifiuta ancora una volta di dire a Jafar ciò che lui desidera da sempre. Jafar afferma compiaciuto che quando romperà finalmente le leggi della magia, la sua collaborazione non sarà più necessaria. Duramente, il prigioniero esprime rammarico per non aver tenuto la testa dello stregone più a lungo sott'acqua in modo che fosse veramente morto. Tuttavia,  cerca di proposito di suicidarsi buttandosi giù nel pozzo senza fondo del covo. Jafar gli impedisce di morire perciò lo riporta su con il tappeto magico.

Per un altro incarico, Pincopanco ruba la bottiglia del genio dal Castello della Regina Rossa per lui. Dopo un ritorno al suo covo, Jafar si rende conto che la bottiglia è un falso. Dopo un altro viaggio al castello della Regina Rossa, non trova nessuno ma una scatola che contiene la testa di Pincopanco. Da una spazzola per capelli, Jafar prende una ciocca di capelli della Regina Rossa e poi lascia il castello con il tappeto magico. Poi, torna al covo e crea una nube di tempesta con i capelli di Anastasia, che rilascia poi in aria per rintracciare e uccidere la Regina Rossa. Più tardi, fuori dalla finestra, osserva con soddisfazione la nuvola che comincia a trovare la Regina. Jafar, arrivato al castello di Anastasia per governare, parla con il vecchio prigioniero e poi con il Brucaliffo. Gli dice di arruolare più uomini possibile per rintracciare lei e gli altri. Da lui scopre di una antica creatura chiamata il Ciciarampa che può essere in grado di dargli ciò che desidera. Allora chiede a Pancopinco indicazioni su dove si trova, ma il servo vuole di nuovo il suo corpo per poter camminare. Jafar esegue le sue richieste e dopo aver sentito il servo sconsigliarglielo va dove è intrappolato. Arrivato li incontra una guardia che non lo fa passare, così lui lo uccide. Entra dentro e parla con la creatura che riesce ad entrargli in testa e leggergli le sue paure. Lei accetta di aiutarlo in cambio della libertà, così le toglie la spada Brigalace che però tiene per se. Il Ciciarampa manda a Jafar gli occhi di Lizard, morta dopo aver espresso il desiderio al Fante. Dal momento che la ragazza è morta con gli occhi aperti, lancia un incantesimo per visualizzare l'ultima persona che ha visto dopo la morte, che gli dà una immagine della Regina Rossa. Anche in questo caso, il Ciciarampa dimostra di essere utile catturando sia la Regina Rossa sia il Fante al castello. Sotto ordine di Jafar, entra nella testa della Regina Rossa e vede i suoi peggiori timori, provocando un crollo mentale, e lei è costretta ad usare i tre desideri. Jafar recupera la lampada una volta che Fante è costretto a tornare dentro e si prepara a utilizzare tutti e tre bottiglie dei Geni per infrangere le leggi della magia. Ma il suo incantesimo non funziona. Dopo che il Fante è stato esaminato dal Ciciarampa, lei afferma di non riuscire a leggere le sue paure. Jafar così interroga la Regina Rossa per le risposte, credendo che abbia fatto un incantesimo sul Fante, ma lei nega. Allora la sottopone al potere del Ciciarampa che capisce che il Fante non ha il cuore. Dice di averlo capito da un'altra mente; così Jafar vede Alice e Cyrus fuggire. Poi, mette il Fante in una cella e trova il cuore in un posto chiamato Storybrooke e riesce a prenderlo a Alice e Cyrus, arrivati in città grazie al Bianconiglio. Ma quando li aggredisce il bastone gli si ribella ed è costretto a fuggire. Arrivato al castello rimette il cuore nel petto del Fante, che soffre immensamente per Ana che lo bacia tra le sbarre; poco dopo lo stregone la uccide proprio davanti ai suoi occhi.

Jafar racchiude il corpo della Regina Rossa in una bara di vetro per far soffrire il Fante. Allora il vecchio prigioniero, sconvolto , lo implora di mostrare un po 'di misericordia. Jafar usa la tristezza di Will per poter riavere il bastone a forma di Serpente così che, portando a termine il Sortilegio potrà far tornare Ana in vita. Intanto il Ciciarampa vuole la spada ma lo stregone non si decide a dargliela. Poi sveglia gli altri due geni e gli chiede se conoscono Amara, ma i figli della donna negano. Il Ciciarampa, che intanto collabora con Alice, torna con Cyrus come prigioniero. Interroga l'ex genio, ma Cyrus dice che è andato con Alice e il Fante. Sospettoso delle sue affermazioni, ordina a lei di controllare. Lei conferma che Cyrus è sincero. In seguito, il Ciaciarampa chiede la lama Brigalace, ma, ancora una volta, Jafar rifiuta. Jafar convoca il Genio e usa la forza quando Amara, umana, arriva a regolare i conti con il suo ex apprendista. Invece di ucciderla, Jafar li invia da Cyrus con un frammento, così come i due geni sono i suoi figli. Lui la costringe a lanciare l'incantesimo con lui a rompere le leggi della magia; sapendo che non può sopportare di perdere un figlio. Una volta che le leggi della magia sono state infrante, Amara e Jafar diventano i due stregoni più potenti. Tuttavia, egli si prepara a uccidere Amara. Ma il vecchio prigioniero gli chiede di essere misericordioso, anche se Jafar ricorda come il padre lo trattava esattamente il contrario tanti anni fa in Agrabah. Sebbene Jafar volesse soltanto amore di suo padre. Stanco di scuse, cambia le parole del padre che finalmente dice che lo considera suo figlio, allora per vendicarsi Jafar vuole che l'uomo capisca cosa vuol dire essere uccisi dalla persona che si ama di più, e lo affoga con l'acqua. Dopo aver scoperto che Alice e Amara sono fuggite con Cyrus, intrappola il Ciciarampa con la spada Bigralace.

Poi, Jafar resuscita la Regina Rossa e magicamente la manipola facendogli credere di essere innamorata di lui; così il Fante si arrabbia ancora di più. Per rintracciare Amara, egli fa rivivere un intero esercito. . Jafar cattura Alice e la minaccia di cambiare il suo passato così lei sarebbe ancora nel manicomio e non hanno mai incontrato Cyrus, ma la ragazza si rifiuta ancora di rinunciare. Alla fine, apprende dai suoi soldati che Amara sta andando al Pozzo delle Meraviglie, ed prende informazioni sulla posizione della Regina Rossa. Sul posto, Jafar trova Amara che sta per restituire l'acqua al lago e subito arriva Alice. Con la magia riesce a togliere l'acqua dalle mani di Cyrus. Poi afferra la palla di acqua e distrugge il liquido, senza sapere che ora è lui in debito con Nyx in quanto ha rubato l'acqua. Di conseguenza, affronta l'ira della custode, Nyx, per il suo furto essendo schiavo come un genio. Dopo la prigionia, le leggi della magia sono annullate e tutti viene ripristinato, tuttavia, lo stregone ha fatto in tempo a slacciarsi i bracciali della servitù dei Geni, ma non riesce ad uscire dalla Lampada.

​Dopo il terzo Sortilegio

Alla ricerca di Agrabah, Jasmine, Uncino e Aladdin giungono all'Isola dell'Impiccato, casa di Eric e Ariel, la quale è entrata in possesso dell'anfora contenente Jafar. Jasmine lo fa uscire, con l'intenzione di chiederli di riportare Agrabah alla normalità, ma una volta fuori, il Genio addormenta tutti meno la principessa che schernisce e insulta, rivelando pure la locazione di Agrabah, il suo anello-dote, prima di dirigersi a far fuori Alice, Cyrus e Will Scarlett. Jasmine allora gli lancia la fiala magica che Ariel si era portata con se, dal suo viaggio ad Agrabah e la lancia contro di lui trasformandolo in un bastone, dopodiché, col bacio del vero amore, riporta Agrabah alla normalità. 

Famiglia

 
UlimaIcona
Ulima
 
 
 
SultanoIcona
Sultano
 
 
 
Matrigna
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
JafarIcona
Jafar
 
 
 
MirzaIcona
Mirza

Relazioni

Apparizioni

Sesta Stagione
I salvatori Una pozione amara L'altra scarpetta Lo strano caso Straccioni
Acque profonde Senza cuore Sarò il tuo specchio La fata nera Vorrei che fossi qui
Il cigno Un assassino scellerato Figli Pagina 23 Un posto sorprendente
Il piccolo aiutante della mamma Svegli La magia di Zelena La madre di Tremotino La canzone nel tuo cuore
La battaglia finale (1a parte) La battaglia finale (2a parte)
C'era Una Volta nel Paese delle Meraviglie
Nella tana del coniglio Fidati di me Non ti scordar di me Il serpente Cuore di pietra
Chi è Alice? Sangue cattivo Casa Niente di cui aver paura Piccoli sporchi segreti
Il nocciolo della questione Per prendere un ladro E vissero...

Curiosità

  • Il bastone usato da Jafar è identico a quello del personaggio suo omonimo nel classico Disney "Aladdin".
  • Jafar compare di sfuggita nel terzo episodio della terza stagione della serie madre.
  • Il due personaggi a cui si ispira dalla fiaba di Aladino (ossia il Visir Reale e lo Stregone) sono di nazionalità diverse da quelle di Jafar: il primo è cinese, l'altro Africano. Un altra nota è che il nome di Jafar è ispirato ad un visir realmente esistito di origini Persiane (o Iraniane) e non arabe.
  • Il nome e il personaggio di Jafar si basa anche sull'omonimo antagonista del primo gioco della serie Prince of Persia (il visir Jaffar). Anni dopo, nella saga delle Sabbie del Tempo, il Visir Zervan ebbe un aspetto simile al Cattivo Disney, con tanto di bastone magico.
  • E' l'unico antagonista che Emma non ha ancora affrontato (ne veduto).

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale