FANDOM


"Salviamo Henry"
3x09
Informazioni
Titolo originale: "Save Henry"
Prima TV U.S.A.: 1° dicembre 2013
Prima TV Italia: 20 maggio 2014
Flashback di:
Scritto da: Christine Boylan
Daniel T. Thomsen
Diretto da: Andy Goddard
Cronologia Episodi
Precedente: "Fai pensieri felici"
Successivo: "La nuova Isola che non c'è"

"Salviamo Henry" è il nono episodio della terza stagione.

Sintesi

Mentre la vita di Henry è appesa ad un filo, la vera corsa contro il tempo è per fermare Peter Pan dall'ottenere i pieni poteri magici dal cuore del vero credente. Nel frattempo, nella Storybrooke di un tempo, Regina decide di riempire il vuoto della sua vita e, con l'aiuto di Gold, si prepara ad adottare un bambino.

Riassunto

Mentre il Sortilegio Oscuro sta per colpire la Foresta Incantata, la Regina Cattiva si reca alla cella di Tremotino. Il Signore Oscuro le chiede come si senta ad aver ucciso suo padre, ma la donna minimizza la cosa, dicendo che lui avrebbe capito il perché del suo gesto; l’uomo, con la sua abilità di prevedere il futuro, le anticipa però che un giorno lei andrà da lui per riempire il vuoto che la morte di Henry ha lasciato nel suo cuore. Regina pensa che Tremotino voglia stringere un nuovo accordo con lei, ma lui rivela di trovarsi esattamente nel luogo in cui desidera essere.

Emma, Regina e Neal non riescono a rianimare Henry. Peter Pan, levitando lì vicino, li informa che stanno sprecando tempo, perché Henry gli ha offerto spontaneamente il suo Cuore; Emma prova ad attaccarlo, ma lui la schiva con facilità. Peter Pan ne approfitta per recuperare il Vaso di Pandora e rivela agli avversari che Gold ora si trova rinchiuso proprio lì dentro; stuzzica un po’ Emma, che lo ferisce con la spada, e poi se ne va in volo. Regina accarezza Henry e ripete che ce la farà.

Regina riceve nel suo ufficio da sindaco il dottor Hopper. Lo psicoterapeuta capisce subito che qualcosa non va nella donna, che ha come un vuoto nel suo cuore e perciò si sente sempre insoddisfatta. Regina ricorda che era quasi riuscita a riempire il vuoto quando in città era arrivato il piccolo Owen Flynn; Archie suggerisce allora che un bambino potrebbe aiutarla a sentirsi completa.

Regina va al Negozio di Gold per chiedere all’uomo se può procurarle in breve tempo un bambino in adozione. Gold le assicura che può farlo, ma la invita anche a riflettere se è davvero quello che vuole: dovrebbe poi mettere il bambino prima di tutto, anche di se stessa.

Per preservare lo stato in cui si trova Henry, Regina esegue un incantesimo; lei e Neal discutono su dove si possa trovare ora Peter Pan ed Emma cerca di calmarli. Regina è davvero disperata, perché mentre Emma ha anche una famiglia su cui appoggiarsi, lei non ha altri che il figlio. Emma le chiede allora come ha intenzione di procedere, mentre Neal fa notare loro che adesso Peter Pan ha è praticamente invincibile. Regina vede del sangue sulla spada di Emma ed afferma che in fin dei conti lo possono ferire ed uccidere.

All’accampamento, il gruppo decide sul da farmi. Regina afferma che hanno all’incirca un’ora prima che il suo incantesimo svanisca e subito pensa di aggredire Felix per farlo parlare. Emma la blocca e propone di offrire ai Bambini Sperduti qualcosa: una madre.

Gold comunica a Regina alcune interessanti novità: un bambino dato in affidamento ad una famiglia di Boston è ora disponibile e lei potrebbe essere la sua nuova madre.

Regina incontra a Boston un uomo incaricato delle adozioni e parla un po’ di sé e di Storybrooke. L’incaricato le ricorda che, essendo un’adozione chiusa, non potrà avere nessuna informazione sui genitori del bambino, poi fa portare il piccolo. Regina è estasiata e subito decide di chiamarlo Henry, come suo padre.

Emma parla con i Bambini Sperduti, spiegando loro che anche lei si sentiva sola ed abbandonata prima di ritrovare i suoi genitori, ma ora anche loro avranno una nuova opportunità perché lei e gli altri vogliono aiutarli. Nonostante Felix cerchi di zittirli, gli altri Bambini rivelano che Peter Pan è andato all’albero dove solitamente si reca per riflettere. Emma è commossa e promette loro di riportarli a casa.

Al Granny's Diner Regina non riesce a calmare il piccolo Henry. Granny le consiglia allora di raccontare al bambino una storia della buona notte. Regina tenta di iniziare una fiaba, ma senza successo.

Regina porta Henry dal dottor Whale per una visita, in quanto il bambino non smette mai di piangere. Il medico le consiglia di provare con un po’ d’amore materno, ma la donna non accetta l’ironia e vorrebbe fargli fare degli esami più approfonditi. Whale rivela che il piccolo potrebbe avere dei problemi che solo la madre naturale potrebbe conoscere.

Poco dopo, Regina incontra Mary Margaret nell’ospedale, mentre è al telefono con Sidney Glass. La donna affida alla volontaria il neonato per continuare la chiamata, ordinando al giornalista di cercare il nome della madre di Henry. In braccio a Mary Margaret intanto Henry ha smesso di piangere, ma riprende non appena Regina lo afferra.

Mentre Wendy accudisce Henry, il gruppo prepara un piano per sconfiggere Peter Pan e lasciare l’Isola. Mentre Neal rimarrà con il Bambini Sperduti, Emma andrà da Peter Pan con Mary Margaret e Regina.

Regina è esasperata dal pianto di Henry, ma quando accenna a cantargli una canzone, il bambino infine si calma. In quel momento, Sydney le faxa le informazioni trovare riguardo alla madre del piccolo.

Al banco dei pegni, Regina accusa Gold di aver architettato un piano per far giungere lì la madre di Henry, che lei sa essere la figlia di Biancaneve e del Principe Azzurro. Gold non ricorda nulla a causa del Sortilegio e le sue parole non fanno altro che innervosire ancora di più la donna, che minaccia di rimandare Henry a Boston il giorno seguente.

Le tre donne trovano il Vaso di Pandora abbandonato da Peter Pan; quando Mary Margaret fa per afferrarlo, tutte e tre vengono intrappolate ad un albero da delle liane. Peter Pan si palesa e si fa beffe di loro e del loro attaccamento alla famiglia.

Regina riporta Henry dal responsabile dell’affidamento. L’uomo la rassicura e poi le da qualche minuto di privacy. Regina parla con il piccolo e capisce di amarlo davvero; quando l’uomo torna indietro, gli comunica che intende tenere il bambino con se per sempre.

Successivamente, il responsabile comunica a John e Michael Darling che il bambino non è più disponibile per l’adozione. I due fratelli sono scontenti, perché questo va contro i piani di Peter Pan.

Peter Pan rivela che l’albero a cui ha legato le sue nemiche è lo stesso su cui ha incontrato l’Ombra: proprio in quel luogo ha deciso di abbandonare suo figlio. Il ragazzo conferma quindi di essere il padre di Tremotino e di dover rimanere dei pressi di quell’albero, che lo proteggerà fino a che i suoi poteri non si saranno ristabiliti; la pianta si rafforza inoltre con coloro che hanno dei rimpianti per le azioni commesse. Peter Pan se la prende con Emma e Mary Margaret, ma quando rinfaccia a Regina i suoi errori, la donna finge di essere sconfitta per poi liberarsi dalle liane e prendere sia il Cuore di Henry che il Vaso.

A bordo della Jolly Roger, Regina rimette il Cuore di Henry al suo posto e poco dopo il bambino si rianima. Tutti si mostrano entusiasti per il risveglio di Henry e Regina si offre di portarlo in cabina.

Archie è entusiasta per il passi avanti fatti da Regina come madre, ma la donna rivela di essere terrorizzata da un possibile ritorno della madre biologica del piccolo. Il dottore le consiglia di godersi il presente, senza troppo pensare al futuro.

Regina si reca in visita alla tomba del padre e qui racconta al figlio la propria storia sottoforma di fiaba; nel frattempo prepara una pozione con cui dimenticherà quello che ha scoperto sulla madre del piccolo, così non sarà più terrorizzata all’idea di perderlo. Bevuta la pozione, Regina dimentica Emma e il pericolo che rappresenterà per lei in futuro.

Nella cabina, Regina fa un incantesimo su Henry, in modo che nessuno si possa più impadronire del suo Cuore. Quando però la donna se ne va, giunge Peter Pan con un pugnale.

Neal apre il Vaso di Pandora e libera Gold e i due si abbracciano felici. Neal chiede al padre perché nono gli abbia mai detto di essere il figlio di Peter Pan e Gold rivela che non voleva essere paragonato ad un genitore del genere; Neal gli assicura che lui non è affatto come Peter Pan, perché non ha mai smesso di cercarlo. Emma capisce che ora anche David potrà tornare con loro ed abbraccia i genitori.

La presenza di Peter Pan fa alzare uno strano vento; nella cabina, il ragazzo prova a strappare il Cuore di Henry, ma inutilmente. Peter Pan tenta poi di prendersi la sua Ombra, ma Gold lo rinchiude nel Vaso di Pandora; all’ultimo momento, Peter Pan fa in tempo a scambiare il suo corpo con quello di Henry e a salvarsi.

Grazie alla magia di Regina, l’Ombra viene trasformata in una vela nera in grado di volare. Uncino ordina di levare l’ancora e la nave parte in volo.

David si complimenta con Emma per aver tenuto il gruppo unito, ma lei da poca importanza alla cosa e dice di essere solo felice per aver salvato Henry.

Wendy consegna a Trilli una boccetta con ciò che rimane della Polvere magica dell’Isola. La Fata le fa presente che non può usarla senza le sue ali, ma la ragazzina dice di credere in lei.

Henry sale sopracoperta; Neal lo raggiunge e afferma di voler passare più tempo con lui per poter essere una famiglia finalmente.

Trilli si complimenta con Regina per aver dimostrato che anche lei sa amare. La donna nota che la Polvere magica si è illuminata debolmente e capisce che anche la Fata sta ricominciando a credere.

Henry offre del cibo a Felix, che però rifiuta, affermando di essere sempre fedele a Peter Pan. Il bambino svela allora di aver scambiato i loro corpi di nascosto e di essere pronto a divertirsi con i suoi nemici.

Citazioni

Regina Cattiva: Tu vuoi un altro accordo. Ma io non cederò!
Tremotino: Un accordo? Mi hai già promesso la bella vita in questa nuova terra. Che altro potrei desiderare da te?
Regina Cattiva: Di essere... liberato da questa cella? Di essere liberato dal nostro ultimo accordo? Di sfuggire al Sortilegio?
Tremotino: E perchè dovrei desiderarlo? Io sono esattamente dove voglio essere.

Regina Mills: Non tollero questo genere di schiettezza! Sono la Regi... Sono il sindaco.

Regina Mills: Mi serve un figlio, signor Gold. E ho bisogno del suo aiuto.
Gold: Mi lusinga. Ma non sono disponibile.
Regina Mills: Non in quel senso!

Regina Mills: Mio figlio sta morendo.
Emma: È nostro figlio. Quindi so bene cosa provi.
Regina Mills: Non hai la minima idea di cosa provo io. Tu hai i tuoi genitori... Tu hai questa persona e un pirata che spasimano per te. Hai tutto, eppure sostieni di sapere come mi sento: io ho solo e soltanto Henry. E non ho alcuna intenzione di perderlo perché per me è tutto.

Uomo: Non ho mai di sentito parlare...
Regina Mills: Oh, è... una perla nascosta. È tranquilla, perfetta per un bambino. Direi che è un luogo ... da favola. Dovrebbe venire a visitarla.

Regina Mills: (parlando di Henry che piange sempre) Che accidenti devo fare?
Whale: Le posso prescrivere qualcosa... 20cc di amore materno!

Peter Pan: Ci provate ancora? Non lo sapete? Peter Pan non fallisce mai.

Regina Mills: E adesso... andiamo a salvare Henry.

Trilli: Sembra che alla fine la Regina Cattiva sia in grado di amare qualcuno.

Curiosità

C'era Una Volta Episodi

Prima Stagione
Seconda Stagione
Terza Stagione
Quarta Stagione
Quinta Stagione
Sesta Stagione
Settima Stagione

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.